22 Giugno 2015
LODI – L’AGRICOLTURA MONDIALE VISTA CON GLI OCCHI DELLE DONNE: A BORGHETTO TASK FORCE INTERNAZIONALE DI IMPRENDITRICI

Per alcuni sono l’altra metà del cielo. In questo caso, però, raccontano l’altra metà dei campi. Sono le imprenditrici agricole di tutto il mondo che domani, martedì 23 giugno, nel pomeriggio, alle 17.30, andranno alla Cascina Propio di Borghetto Lodigiano per scoprire, nell’azienda di Alberto Dedè, i segreti dell’agricoltura e dell’allevamento Made in Italy, oltre a compiere un viaggio nel mondo del Grana Padano.
 
La delegazione, guidata da Wilma Pirola  Responsabile Coldiretti Donne Impresa Lombardia e Presidente di Coldiretti Pavia, Pina Alagia Responsabile Coldiretti Donne Impresa Milano Lodi e Monza Brianza e da Paola Pozzi Coordinatrice Coldiretti Donne Impresa Milano Lodi e Monza Brianza, sarà composta da imprenditrici che arrivano dal Canada, dagli Stati Uniti, ma anche dal Malawi, dal Giappone e dalla Finlandia.
 
Ci sarà ad esempio Susan Carlson, Coordinatrice della Commissione Donne dell’OMA (Organizzazione mondiale agricoltori), imprenditrice in Nord Dakota, Stati Uniti d’America, è stata la prima Presidente donna della National Farmers Union in Wisconsin e ha partecipato a molti meeting internazionali e regionali. È un’esperta di cambiamento climatico ed una tenace rappresentante delle istanze delle donne agricoltrici a livello internazionale. Dal Canada arriva Debra Pretty-Straathof, si occupa di allevamento e di prodotti lattiero-caseari. È anche lei un’esperta di cambiamento climatico e gestione delle risorse idriche.  Alice Kachere, Malawi proviene invece dal Malawi, nel 2001 ha perso il marito e con lui anche il diritto di proprietà sulla terra di famiglia che aveva fino allora coltivato. Grazie all’aiuto dell’organizzazione di agricoltori nazionale, NASFAM, è riuscita a far valere i propri diritti e continuare ad essere un’agricoltrice. È coinvolta nel direttivo di NASFAM ed è stata la prima donna Presidente dell’Organizzazione. Ha partecipato a molti incontri internazionali e regionali, portando le istanze delle donne agricoltrici e la sua esperienza sul campo. Mentre Rose Akaki in Uganda, si occupa di allevamento e apicoltura. Inoltre è coinvolta nei cosiddetti extension services, i servizi di assistenza tecnica e divulgazione di conoscenze in ambito agricolo e destinati agli agricoltori ed allevatori. Dal Giappone arrivano invece Mariko Inoue e Harumi Suzuki, Presidente dell’Associazione Donne – Consiglio Nazionale delle Cooperative Agricole, Giappone. Kati Partanen, è invece un’imprenditrice agricola finlandese, è un’esperta di innovazione ed insegna economia agraria presso la Savonia University, Finlandia.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi