21 Luglio 2018
MALTEMPO – TEMPESTE SU MONZA E MILANESE: DEVASTATI ETTARI DI CEREALI, ORTAGGI E RISO

Maltempo, tempeste su Monza e Milanese
Devastati ettari di cereali, ortaggi e riso

Mais e soia distrutti e danni anche su pomodori, zucche e riso. E’ il primo bilancio – spiega la Coldiretti di Milano, Lodi e Monza Brianza – del maltempo che ieri sera ha colpito la zona a sud di Milano e un’ampia fascia tra i comuni di Concorezzo e Villasanta in provincia di Monza. Le conseguenze peggiori si sono registrate nell’area a est dell’abitato di Vimercate (MB), dove una forte grandinata ha investito decine di ettari di campi coltivati.
 
“I chicchi hanno centrato in pieno ogni coltura – dichiara Giuliano Fumagalli, imprenditore agricolo di Vimercate -, dai cerali agli ortaggi. Dei miei 60 ettari circa, almeno 30 sono stati investiti dalla tempesta: mais e soia sono stati completamente rovinati. Anche i 4 ettari che coltivo con pomodori e zucche sono stati distrutti completamente. Prima è arrivata la grandinata, poi è venuta giù anche tantissima acqua”.  “La tempesta di ghiaccio ha raso al suolo ettari di masi e soia – conferma Fausto Frigerio, agricoltore di Vimercate – Anche altri miei colleghi della zona mi dicono che la grandine ha fatto danni ingenti: è arrivata intorno alle 19 e ha fatto disastri”.
 
Nel Milanese, invece, nel corso della notte tra venerdì e sabato, una tromba d’aria con grandine ha colpito la zona di Carpiano, causando ingenti danni a piante e cereali e scoperchiando tetti. “Qui da noi – riferisce Nicola Taveggia, imprenditore agricolo di Cascina Nuova – le conseguenze sono state pesanti: il vento fortissimo ha allettato il mais ma è stato danneggiato anche il riso. Diversi alberi sono stati sradicati”.
 
I cambiamenti climatici in atto – precisa la Coldiretti di Milano, Lodi e Monza Brianza - si manifestano con la più elevata frequenza di eventi estremi con precipitazioni brevi ed intense ed il rapido passaggio dal sole al maltempo. In questa fase stagionale è proprio la grandine l’evento più temuto dagli agricoltori, perché ha effetti irreversibili e provoca la perdita dell’intero raccolto dopo un anno di lavoro. Tra coltivazioni distrutte, aziende allagate, esondazioni e smottamenti, la Coldiretti stima che a livello nazionale il maltempo abbia provocato da inizio anno danni per oltre mezzo miliardo di euro all’agricoltura italiana.
 

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi